Orari
Martedí ore 9.00-12.30 / 16.00-19.00
Giovedí - Venerdí ore 9.00-12.30

Via Valdisavoia n.5
95123 Catania
P. IVA 80008750871
tel. + 39(0)957159151
Fax + 39(0)95312060

facebook twitter

info@agronomict.it
ordinecatania@conaf.it
protocollo.odaf.catania@conafpec.it

mappa

Elezioni EPAP - candidature

Si riporta il comunicato pubblicato sul sito internet dell'EPAP, relativo alla elezione per il rinnovo delle cariche statutarie.

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEGLI ORGANI STATUTARI DELL’EPAP
  Termini e modalità di presentazione delle candidature

La domanda di candidatura, della quale si allega un fac-simile, può essere presentata, per uno solo degli organi dell’Ente e nel Collegio (Categoria) elettorale di appartenenza, dagli iscritti di cui all’art. 1, comma 1, del d.lgs. 103/96; ossia solo dagli iscritti che esercitano esclusivamente attività autonoma di libera professione senza vincolo di subordinazione ed in possesso dei requisiti di onorabilità e professionalità previsti dall’art. 14 dello Statuto. 

La domanda di candidatura corredata dalla certificazione e dagli allegati richiesti, comunque trasmessa, deve pervenire al protocollo dell’Ente tassativamente entro e non oltre le ore 12 del 4 marzo 2015 pena l’irricevibilità. Ai fini del termine di scadenza non fa fede la data di spedizione.


Secondo quanto previsto dall’art. 11 del Regolamento elettorale, la domanda di candidatura deve essere sottoscritta con firma autenticata ai sensi e per gli effetti dell’art.30 del DPR 445/2000 e dell’art.14 della Legge 53/1990.
Si ricorda che i soggetti abilitati all’autentica sono: notai, giudici di pace, cancellieri e collaboratori delle cancellerie delle Corti di Appello e dei Tribunali, segretari delle Procure della Repubblica presidenti delle Province, sindaci, assessori comunali e provinciali, presidenti dei Consigli Comunali e provinciali, presidenti e vicepresidenti dei consigli circoscrizionali, segretari comunali e provinciali, funzionari incaricati dal sindaco e dal presidente della provincia, consiglieri comunali e provinciali che comunichino la propria disponibilità, rispettivamente al sindaco o al presidente della provincia. 

La domanda di candidatura, pena la non ammissione, deve essere presentata tassativamente per uno solo degli organi dell’Ente e nel Collegio elettorale di appartenenza, deve essere sottoscritta con firma autenticata dai soggetti prima indicati e deve essere corredata obbligatoriamente dalla seguente documentazione:
a) Certificato rilasciato dall’Ordine di appartenenza che attesti :
- la regolare iscrizione;
- il non aver subito negli ultimi tre anni la sospensione dall’iscrizione dall’albo professionale quale conseguenza di un procedimento penale ovvero di un procedimento disciplinare irrogato con provvedimento definitivo

b) Autocertificazione, ai sensi del DPR n. 445/2000, attestante l’insussistenza, sin dal momento della candidatura, della condizione di lavoratore dipendente per enti o imprese pubbliche o private, a tempo determinato o indeterminato. L’autocertificazione in questione deve essere corredata dalla copia dell’ultima dichiarazione dei redditi presentata all’agenzia delle entrate.

c) Autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000 attestante il possesso dei seguenti requisiti:
- di non trovarsi in una delle condizioni di ineleggibilità o decadenza previste dall’art. 2382 del codice civile;
- di non essere sottoposti a misure di prevenzione disposte dall’autorità giudiziaria ai sensi del d.lgs 159/2011, salvi gli effetti della riabilitazione;
- di non essere stati condannati con sentenza definitiva, salvo gli effetti della riabilitazione, a pena detentiva per uno dei reati previsti dalle norme che disciplinano l’attività bancaria, finanziaria, mobiliare, assicurativa e delle norme in materia di mercati, valori mobiliari e di strumento di pagamento; ovvero alla reclusione per uno dei delitti previsti nel titolo XI del libro V del codice civile e nel RD del 16/3/1942 n. 267; ovvero alla reclusione per un tempo non inferiore ad un anno per un delitto contro la pubblica amministrazione, contro la fede pubblica, contro il patrimonio, contro l’ordine pubblico, contro l’economia pubblica, ovvero per un delitto non colposo

d) Autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000 attestante:
- di non essere inadempiente verso l’Ente per un debito liquido ed esigibile legalmente messo in mora ovvero per il quale vi sia stata notificazione dell’avviso nei modi di legge senza esito;
- di non avere in corso contenziosi con l’Epap 

e) Certificazione idonea da parte degli enti interessati attestante il possesso dei requisiti di professionalità di cui all’Art. 14 dello statuto dell’EPAP

f) Fotocopia firmata di un documento di riconoscimento valido, ai fini della validazione delle autocertificazioni e della dichiarazione dei redditi

ALLEGATO 1_domanda_di_candidatura.doc